(Mal) distribuzione e (belle) scoperte!!

Perché in Italia i bei film non escono?

Oppure, come nel caso di “Bronson” escono in un numero di copie limitatissimo e nel giro di un fine settimana spariscono?

Questa è quanto è successo a “Bronson”, uno dei migliori film della stagione. Già decisa la data di uscita del dvd, senza nemmeno che il film passasse per le sale, la bravura del regista o le scelte dei giurati di Cannes hanno fatto il resto: il regista  Nicolas Winding Renf ha vinto proprio a Cannes il premio per la miglior regia con “Drive”. Ciò è stato sufficiente per rimandare l’uscita del dvd, anche se il film è uscito 10.06.2011 ha sposato la vednita del dvd di sole due settimane.

Grazie ai cinema d’essai, dunque che, per l’ennesima volta tirano fuori dal cilindro qualcosa per cui il cinema vale sempre per scoprire qualcosa che probabilmente non vedresti mai o qualcosa di insolito. Per recuperare il film ora non restano che le grandi catene di vendita online.

Quando ti siedi in sala non sai cosa spetta e questo è il bello.

Il film ti cattura subito e non molla maila presa. Colpiallo stomaco ce ne sono ma è la regia, la colonna sonora che va dalla musica classica a quella anni 80 che stempera quei momenti in cui pensi di non farcela. Invece sei come ipnotizzato da Tom Hardy (attore inglese letteralmente trasformatosi rispetto ad “Inception”). Non so quali sono i motivi per cui un regista decida di seguire un certo progetto se non raccontare una storia. Qui la domanda principale è cosa è scattato in Hardy per accettare un ruolo così forte, duro, cattivo e bravissimo.

L’impianto è teatrale con dei flash back in cui il nostro protagonista rivive tutta la sua storia (ah, è basato su una storia vera) e niente viene risparmiato.

Non so se la frase di lancio del film sia appropriata o meno (l’Arancia Meccanica del XXI secolo), fatto sta che alla fine la consapevolezza di aver visto un bel film, quella c’è.

Alcune sequenze poi sono da antologia (su tutte l’ultima, inquietante) anche se a ben pensare tutti i 92 minuti del film sono pieni di riferimenti, scene, momenti inquietanti e grotteschi, ironici e violenti.

Uno dei film più belli della stagione, uscito dovunque nel 2008 e da noi… in 10/20 sale, per un fine settimana di metà giugno… Quanti sono gli altri film che ci perdiamo?

Questo è assolutamente di quelli da “non perdere”.

giannolo

COMMENTS

E tu cosa ne pensi?