Cronaca di un desiderio che si è avverato…

Ieri, 07 novembre 2012 si è avverato un sogno che covavo da tempo. Inoltre, per la presenza di alcune persone, ho percepito un senso di continuità o meglio di evoluzione…

Si, ieri. Nonostante gli avversi segnali del destino (metto una calza e dentro, al calduccio c’è un ape che mi punge l’indice del piede sinistro – e già mi immaginavo con la gamba paralizzata, un incidente stradale, un’improvvisa nevicata e il “mio” ritrovamento allo scioglimento dei ghiacci (e qui devo ringraziare la fantasia di Giorgio). Poi 3 (tre) cimici cadutimi addosso all’apertura della cassetta della posta… Ma ho resistito e sono andato avanti… Parma (e non solo) mi stava aspettando!

Avevo riletto il libro che di li a poco avrei dovuto presentare, ho preparato una sorta di scaletta, le domande: non potevo arrendermi agli insetti.

Con l’avvicinarsi dell’ora X aumenta però il mio mal di pancia ed il tremolio della gamba destra. Ho spostato 5/6 volte la posizione degli occhiali, il tratto pen, il libro… insomma… battito superiore alla norma, nonostante dovessi presentare il libro di un amico (consociuto tramite aNobii), la prima persona/pubblico arrivata (Paola), la gentilezza o meglio il “sentirsi a casa” che solo Alle, la Wilimissma ma anche il neo barMan Vincenzo (ma anche Marzia), sanno dare.

Sono arrivate pian piano le persone e ho visto gente amica, che consocevo e che sono stati “gli occhi di riferimento” della serata. Quelli di Fabio (del Carbone), Fabio (il fotografo ufficiale), Cinzia (che mi incoraggiava con i suoi occhi profondi), Emy, Lorenza e Rocco, senza le quali, anni fa, questa mia “avventura” passione, non sarebbe forse iniziata. E poi Paola, ma anche Wilma che vedevo attorno a me.

Certo, mi sono dimenticato alcune cose, altre le avrò pure ripetute, credevo che il tem trascorresse in modo diverso, più veloce. Mi dicevo “ed ora? che dico, che faccio” ma alla fine tutto è andato. E bene, con una bella adesione di persone, molte persone si sono fermate dopo per parlare, chiedere (a Giorgio) ma ero contento…

Avevo appena realizzato un sogno, desiderio, passione… non so…

Trovare li poi gli amici e chi mi aiutato mi ha fatto sentire, per una volta tanto, non “solo”. Mancava, per malattia, l’altra metà di tutto questo progetto, Cristiano, e questo mi spiace molto, soprattutto per lui… ma ci sarà al prossimo appuntamento.

Non riesco a spiegare cos’ho provato, sentito dentro. Mi resta il calore degli abbracci di Alle, Emy e Lorenza, l’ingresso di Paola, lo sguardo rincuorante di Giorgio, il sorriso di Cinzia…

Grazie però anche a tutti quelli che si sono fatti vivi prima e dopo: Francesco, Alfredo, Ernesto, Valerio, Luca & Gustav, Simonetta, Benedetta, Luca, Laura, Tiziana, Adriana, Lory, Sandra, Jimmy, Ronny, Luca C., Christopher, Elias, Manuel, Simone!

Ah, il libro era “Kiss face” di Giorgio Ghibaudo!

Ah, il locale è il Borgogallo di Parma

Ah, il prossimo appuntamento attorno a metà gennaio

giannolo, 08.11.2012

da leggere con… bagna cauda e verdure, nebbiolo, dolcetto e torta di mele della Wilmissima 🙂

COMMENTS

E tu cosa ne pensi?