la vita non è una scatola di cioccolatini ma… un acquario, splashhhhh

 Da una discussione in chat con  un amico  è uscito questo suo modo di vedere le cose che mi ha colpito molto.  Eccolo per tutti, per sapere cosa ne pensate… E’ un blogger (e non come dicono in “Contagion” dove viene detto, con una punta di astio, “ti ricordo che sei un blogger, non un giornalista…” ah, l’invidia) Se vi interessa alla prossima altre notizia su questo boy e sul suo blog…  “…Comunque nel mio caso la vita era…

Read More

89

“89” è il numero che separa il civico della mia casa virtuale con quello che è diventato il civico della mia nuova casa. Venerdì notte, primo giorno d’autunno, ho voluto iniziare una nuova stagione andando a trascorrere la mia prima notte nella casa che è la mia nuova casa, anzi che dovrebbe essere mia. Con l’Ipod pronto sono entrato in casa, non particolarmente teso ma il 23 è stato l’ultimo di una delle settimane più…

Read More

Recensioni di settembre

Il primo mese di film è quasi terminato ma… cos’ha lasciato? Breve resoconto di immagini ed impressioni sui film che da dopo le ferie agostane hanno invaso le nostre sale. Il commento è parziale, evitando accuratamente di scrivere di cartoni animati che siano sequel (vedi “Kung Fu Panda 2”), commistioni di generi (che odioooo) come “I Puffi” o commedie stile cinepanettoni, cineghiacciolo, cinegranita e cinecoccobello. Insomma, mi limito a quello che ho visto e a dare qualche suggerimento…

Read More

Cercasi Italia disperatamente

Cercasi Italia disperatamente – Raitre ore 23:50 del 21.09.2011 Questo è quanto doveva essere solamente che… alle 23:50 c’è toccato sentire gli sproloqui di un esponente della destra (davvero nauseabondo) che ironicamente, rispetto a quanto sarebbe andato in onda poco dopo ha dichiarato che “l’Italia è il paese dove si sta e dove si vive meglio!!”. Poi Raitre ha pensato ai nostri capelli ricci (problema finora irrisolvibile se non con un certo shampoo), a qualche prodotto intimo (che…

Read More

Fiocco rainbow al civico 53

Finalmente è nato Rocco! Beh, non proprio al civico 53, però lo sentiamo un po’ anche nostro e qui sarà sempre il benvenuto. Questo pargolo non è come gli altri, perchè la sua famiglia non è come le altre, ha una particolarità… Già, perchè il pupo ha un numero di “zie” e “zii” da Guinness dei Primati. La creatura ha pensato bene di presentarsi ben oltre la data di scadenza prevista e l’attesa ha messo…

Read More

Born to be young (maybe)

Sai zio, qualche giorno fa ho letto un libro molto interessante: “Ragazzo prodigio” di Gilberto Severini, regalo di g. Per evitare spoiler, non ti racconterò la trama, ma mi limiterò a dirti che nel romanzo vengono presentati due modi diversi di vedere e affrontare la vita: sostanzialmente sperimentare o accontentarsi. Capire, cioè, chi siamo, fino in fondo, o accontentarci di quello che gli altri si aspettano da noi. L’eterno dilemma dell’essere o non essere, insomma….

Read More

Il “mio” Festival…

Il mio festival quest’anno è iniziato presto, fin da mercoledì sera. Arrivato in città mercoledì alle 20:35 per ripartire domenica alle 18:25!! La prima immagine? Due magliette blu, in bici, in via Pomponazzo, mentre cercavo un posto per andare all’evento con Boosta e Avoledo. Ho intravisto la coda: ok, siamo al festival. E stando in coda, un nuovo elemento mi ha convinto che sì, l’edizione 2011, era iniziata: il mix di accenti. Bergamasco, bresciano, beneventano e veneto, romano…

Read More

Gli amici (non) ritrovati

Facebook ci tiene tanto. Vorrebbe che mi lanciassi in un viaggio indietro nel tempo e contattassi i miei vecchi compagni di scuola. Io, francamente, pensavo che fosse tutto sepolto sotto un cumulo di terra. Anzi, ne sono sicuro: ho spalato personalmente, per anni, con rabbia e ostinazione, ogni singola zolla. Con molto più ardore, ad essere sinceri, di quello con cui mi sono impegnato a costruirci sopra qualcosa. La versione ufficiale che mi sono dato…

Read More

Benvenuto, Settembre

Ciao zio, anche quest’anno è arrivato Settembre. Puntuale, come sempre. Quello che provo in questo periodo è strano, perché la sensazione, ogni volta, è una somma di tutti i Settembre della mia vita. Soprattutto di quando andavo a scuola: la tristezza per la lunga estate che finiva, i compiti ancora da terminare e il pensiero del lungo anno di studi che mi attendeva. L’ho sempre considerato un punto di ripartenza importante, un vero nuovo inizio, ben…

Read More

Le mie città del cuore: continuiamo con Roma

La seconda delle mie città del cuore, non per importanza ma per sensazioni provate ogni volta che ci torno: Roma! Come accade spesso, la prima volta che l’ho visitata, l’ho odiata. Un po’ come mi capita con le persone, il cui primo giudizio non corrisponde quasi mai a quanto accade poi, scoprendole pian piano. La prima volta Roma l’ho vista perché gli amici mi hanno preso per… sfinimento. Era il periodo in cui ogni Capodanno…

Read More

La fata a… Civita Castellana!

Non si tratta di una delle fate di Cenerentola (anche se…) ma di quelle del film di Ozpetek. C’era una volta, anni fa, un’amicizia fra un gay ed una etero (la classica fag hag con il potere di individuare un gay lontano un miglio, con un gaydar più sviluppato del mio!!), un fatto per altro, chissà perché, molto frequente. Cavolo, “tanti anni fa” è un eufemismo poichè, nel 2013, saranno 20 gli anni di questa…

Read More

Tutto riparte, nel bene e nel male

Siamo alla fine delle ferie, il periodo durante il quale non ci sono impegni lavorativi. Sull’idea di ferie potremmo anche fare un sacco di discorsi, quasi tutti inconcludenti, sul loro significato e sull’eventuale beneficio che ne deriverebbe, partendo dal distacco con la quotidianità a quel modo di vivere la vita che, in effetti, è (dovrebbe essere) più facile fare in un… periodo di vacanza. Ma non sempre è così, anzi. Le ferie estive, così come…

Read More

Intervista a Giorgio Ghibaudo, autore di “Kiss face”

Iniziamo con Giorgio Ghibaudo, autore di Kiss Face (recensito da c. e g.), una serie di incontri con scrittori le cui opere, per un verso o per l’altro, ci sono piaciute: o perché ci siamo rivisti, ci hanno commosso, fatto ricordare oppure perché, dentro, c’è un po’ di noi. Partiamo con l’intervista… Civico 53: Presentazione? Giorgio Ghibaudo che come dice la quarta di copertina si divide fra Torino, Venaria Reale e Cafasse… Giorgio Ghibaudo: La…

Read More

Il mio maiuscolo (prologo)

Caro zio Sigmund, scusa se mi prendo questa confindenza, ma ho bisogno di parlare con te. Devo confessarti che non ho letto nulla di tuo, a parte “psicopatologia della vita quotidiana”, anni fa. Un po’ pesantino, te lo devo dire. Per il resto, non so molto di te. Mi pare che fossi un po’ fissato col sesso. Ma sta’ tranquillo, non è un problema. Non ti ho scelto per le tue teorie, ma solo perchè…

Read More

Grottesco o realtà…

Cronaca semi seria di una giornata di agosto, il 13! No, non c’entra la cabala o altro… ma so che è necessario un riassunto delle puntate precedenti. Partiamo dall’inizio, quindi: agosto 2009. Io e la mia famiglia abbiamo un serio problema di salute familiare: a mamma serve un intervento rapido: intubazione e ricovero in rianimazione presso un ospedale che non sia quello di… paese. E questi miei viaggi verso l’ospedale, che aveva una rianimazione ed…

Read More

“Breve e incerta”

Da leggere bevendo una guinness spillata molto lentamente. “Breve ed incerta”. Così un parroco, ieri, in quello che è uno dei momenti più brutti della vita (un funerale) l’ha definita. Questi due aggettivi hanno fatto nascere in me una serie di pensieri. Tristi, non solo perché mi trovavo in un cimitero, ma anche perché, se mi fossi messo a pensare in quel momento alla mia di vita, a quello che ho fatto ma soprattutto a…

Read More

A cosa servono…

In questi giorni ho finito di leggere un libro: intenso, teso, a tratti pure doloroso. Se avessi la fissa di sottolineare le parole o le frasi che per me hanno un senso, molto probabilmente l’avrei sottolineato tutto o quasi. Ma resto un feticista del libro, sono uno di quelli che li annusa i libri, che si arrabbia quando si segnano perché nel leggerli vengono piegati o si rovinano perché stanno in una borsa, uno di…

Read More

Le chiavi di casa

Eccole, finalmente, le chiavi di casa. Della mia prima casa! Non riesco bene a descrivere le emozioni provate nell’averle. Sono però molto contrastanti: si, gioia per avere un posto mio, un mio piccolo regno ma anche sofferenza per dover lasciare la casa in cui sono stato da sempre. Ripensando agli ultimi due anni, da quando il progetto è iniziato, le emozioni hanno sempre generato momenti di sconforto anzi, i momenti di gioia sono stati annientati da…

Read More

Il cielo sopra Villafranca…

Sabato, 30 luglio, alcuni momenti di felicità provvisoria, per dirla alle Matteo B. Bianchi.  Ero al concerto di Ben Harper ma, come è successo per quello di Jovanotti, dire che è stato un bel conecrto è riduttivo. La prima parola che mi viene è “comunicazione”, quella che Beh ha instaurato con il pubblico e che ha ricevuto di ritorno, fin dall’inizio ma che alla fine è diventato qualcosa di più: essere partecipi di una canzone…

Read More

Quando il fuori e il dentro coincidono

Sono meteoropatico. Al contrario: se fuori c’è il sole non sono la persona più felice mentre se c’è un tempo autunnale o meglio ancora, invernale, beh, allora si che va bene. Ammetto che una eccezione alle regola potrebbe essere riferita al fatto delle vacanze ma è un po’ troppo egoista ammetterlo quindi, passo oltre. Sabato 23.07 invece il tempo fuori era come il mio tempo dentro. Tanti nuvoloni, l’attesa di una pioggia che però alla…

Read More

Chi resiste ad una “kiss face”?

Eccoci davanti ad un romanzo in cui l’elemento, la caratteristica principale, è la sua “leggerezza”. NON superficialità. I due protagonisti, in modo ironico affrontano situazioni e anche drammi che diventano più leggeri per l’approccio con il quale affrontano le situazioni. Le domande di Paolo, ad es. sono quelle domande che quando te le fai, la prima volta, ti terrorizzano ma nello stesso tempo, dopo un po’ di tempo ti volti indietro e le ricordi, le…

Read More
1 2 3 4 5