Her Story, web series a tematica transessuale, ha ricevuto una nomination agli Emmy

Her Story - Emmy nomination

Her Story, web serie in sei episodi diretta da Sydney Freeland, che racconta le vite sentimentali di donne transessuali e lesbiche (e di cui avevamo parlato in un precedente post), si è aggiudicata una nomination agli Emmy Awards 2016 come “Outstanding Short Form Comedy or Drama Series” (miglior serie drammatica o commedia in forma breve), una nuova categoria inserita quest’anno.

Questa nomination è già di per sé una vittoria, e per diversi motivi: perché si tratta di un prodotto indipendente pensato per il web, perché è la prima serie con un cast artistico e tecnico quasi esclusivamente composto da persone transessuali e perché è la prima a essere diretta da una donna apertamente transgender.

Her Story si distingue anche perchè è una serie a basso budget, in gran parte prodotta con contributi volontari. La serie, infatti, è stata finanziata ricorrendo al crowdfunding sulla piattaforma Indiegogo, dove a settembre aveva raccolto 37.875 $, un budget ben lontano dalle produzioni milionarie che caratterizzano la maggior parte delle serie in concorso agli Emmy.

Una vittoria per Her Story, quindi, rappresenterebbe un evento quasi senza precedenti anche perché, diversamente da quasi tutti gli altri show in gara, la serie non ha alle spalle il sostegno di uno Studio o di una rete televisiva. Anche se questo potrebbe presto cambiare, poichè la produttrice Amirose Eisenbach si è recentemente unita al progetto Her Story con l’obiettivo di trovare un network per la serie.

Per il momento, comunque, rimane lo show più indie di sempre a partecipare agli Emmy!

Queste tutte le candidature del 2016 nella categoria Outstanding Short Form Comedy or Drama Series:

  • Childrens Hospital – Adult Swim
  • Fear The Walking Dead: Flight 462 – AMC
  • Hack Into Broad City – ComedyCentral.com
  • Her Story – YouTube
  • UnREAL The Auditions – Lifetime

www.herstory.com

E tu cosa ne pensi?